Firefox e i dischi SSD, come recuperare prestazioni

July 27, 2010 | 3 Minute Read

Chiunque abbia un netbook con dischi SSD ( dischi a stato solido ), usando firefox, soprattutto nelle versioni più recenti, può essersi imbattuto nel fenomeno dei “freeze”, ovvero dei blocchi temporanei di firefox (di solito 3-4 secondi) dovuti all’incapacità del disco di scrivere dati in un certo tempo ( semplificando molto).

Con le ultime release, il fenomeno si è palesato sempre più spesso, diventando veramente fastidioso. Per questo motivo mi sono messo alla ricerca di una soluzione. Rapidamente mi sono ritrovato davanti un “help” di Ubuntu (anche se a sua volta citava da un wiki di Arch Linux) dove dava degli interessanti consigli in merito ( qui ); oltre ai classici consigli per il corretto mounting di partizioni SSD sotto Linux, ci sono anche dei buoni consigli per Firefox (in inglese), che proverò a riportare tradotti in italiano:

  • Far memorizzare la chache di Firefox su /tmp/Firefox (considerando che /tmp sia montata come tmpfs). Scrivere sulla barra indirizzi “about:config”, cliccare sul tasto destro e creare una nuova stringa “browser.cache.disk.parent_directory” con valore “/tmp/firefox”.
  • Andare sul menu “Modifica -> Preferenze”, cliccare su “Sicurezza” e disabilitare le voci “Blocca i siti segnalati come minaccia” e “blocca i siti segnalati come contraffazione”. ATTENZIONE, questa opzione, se non si sta più che attenti è pericolosa per la sicurezza del computer e dei vostri dati. Non usatela a meno che non sappiate più che bene quello che state facendo.
  • Alternativamente, sempre su “about:config” si può settare “browser.cache.disk.enable” a “false”; Questa opzione diabilita la cache sul disco, ma la mantiene comunque in RAM ( per macchine con poca RAM può essere pesante). Si può inoltre ridurre le dimensioni della cache sulla voce “browser.cache.disk.capacity”.
  • Sempre su about:config settare la chiave “toolkit.storage.synchronous”  a 0. Se non esiste crearla come descritto sopra, solo che va creato nome nuovo intero.
  • Su about:config settare “browser.history_expire_days” a 7
  • Per resettare le cache sovradimensionate e partire da zero sulle cartelle locali, cancellare i file grandi con estensione .sqlite